• Cinque Terre
  • Cinque Terre
  • Cinque Terre
  • Cinque Terre
  • Cinque Terre
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

The Cinque Terre

Riomaggiore, Corniglia, Manarola, Vernazza, Monterosso:
cinque borghi sospesi tra mare e terra

Le Cinque Terre, dal 1997 tutelate dall’Unesco come Patrimonio mondiale dell’Umanità e Parco Nazionale, sono una delle aree mediterranee naturali più incontaminate della Liguria. La viticoltura eroica ha dato vita allo Sciacchetrà, vino passito noto già all’epoca dei Romani, e ha creato un paesaggio unico al mondo con i tipici muri a secco, caratteristici delle colline a strapiombo sul mare cristallino Tra incantevoli spiagge e gli scogli.
Famosissime in tutto il mondo, le Cinque Terre non finiscono mai di stupire. Per visitare senza pensieri il Parco, sono disponibili la Cinque Terre Trekking Card e la Cinque Terre Card Treno multi servizi che offrono combinazioni tra treno e autobus e servizi come wi-fi e visite guidate.

Monterosso

Monterosso al Mare, antico borgo marinaro fra punta Mesco e l'isola del Tinetto, è il paese meno aspro e scosceso delle Cinque Terre. La sua posizione a ridosso delle colline coltivate a vigna e ulivi cingono l'abitato come in un abbraccio. Le sue stupende spiagge, le meravigliose scogliere a picco e le acque cristalline del mare rendono questo paesino uno fra i più accoglienti della riviera ligure di levante.
Qui troverete una buona offerta di ristoranti dove assaggiare piatti della gastronomia locale e assaporare un bicchiere di bianco doc. A Monterosso si trova una delle spiagge più scenografiche della Liguria: la spiaggia di Fegina, la più grande e la più comoda delle Cinque Terre e l’unica di sabbia.

Vernazza

Per alcuni è il borgo più suggestivo delle Cinque Terre, tanto che nel 2013 il New York Times lo ha nominato come uno dei 46 luoghi al mondo da visitare assolutamente. Le case colorate e arroccate, il saliscendi dei caruggi, i gozzi che dondolano nello specchio d’acqua davanti alla piccola spiaggia: una volta visitata, di Vernazza ve ne sarete irrimediabilmente innamorati.
L’aspetto è quello di un borgo fortificato, nobile ed elegante, arroccato sulle pendici di uno sperone roccioso, dove ripide e strettissime viuzze scendono verso il porticciolo. Fu costruito dai Genovesi nell’anno Mille come luogo di difesa e le tipiche case-torri, il Torrione e il Castello dei Doria ricordano le sue origini antiche.

Corniglia

Corniglia è un piccolo gioiello arroccato su una scogliera che regala suggestioni uniche, basta avere voglia di camminare e arrampicarsi un po' per andare alla scoperta di spiagge segrete.
Il paese può essere raggiunto dal mare salendo una scala in mattoni chiamata Lardarina, formata da 3 rampe con 377 gradini, oppure percorrendo la strada carrozzabile che sale dalla ferrovia. Lo spettacolo vale assolutamente ogni singolo gradino. Affacciata sul mare da una scogliera alta 100 metri, Corniglia regala un panorama sulle acque cristalline delle Cinque Terre e un centro abitato immerso tra vigneti e terrazzamenti che lo circondano per tre lati.
A un colpo d'occhio così speciale, si aggiunge un borgo che merita di essere esplorato per tutta la sua bellezza, a cominciare dalla piazza di largo Taragio, dalle inconfondibili atmosfere settecentesche, con l'antico Oratorio di Santa Caterina che si affaccia tra le case.

Manarola

Manarola sembra la prua di una nave ancora in rada, ma in procinto di riprendere il mare. Delle Cinque Terre è la più poetica, forse perché, insieme a Riomaggiore, è un capolinea della famosa Via dell’Amore. È un romantico borgo arroccato su uno scosceso promontorio di roccia scura, con il suo piccolo porto racchiuso tra due speroni rocciosi.
Le case-torre colorate scendono a gradoni verso il mare, che qui, quando è in burrasca, crea degli scenari particolarmente suggestivi. Le onde salgono fino a sommergere i gradini della marina, la spuma sale altissima e il salmastro si fonde con i profumi della macchia mediterranea, del timo, del rosmarino e dei vigneti.

Riomaggiore

Riomaggiore ha il fascino dei borghi strappati al mare, con le case che degradano verso l’acqua, aggrappate alla montagna punteggiata dai filari dei vitigni. Qui ha inizio la Via dell’Amore che arriva fino a Manarola, una via pedonale molto suggestiva dove si ammirano splendidi paesaggi, tra il rumore delle onde che si infrangono sugli scogli e l’aria salmastra.
I tetti d’ardesia delle tipiche case-torri e le facciate color pastello creano giochi di ombre e di luce incantevoli, una sfida per Telemaco Signorini, capofila dei Macchiaioli, che visse qui e che cercò di imprimerle nei suoi dipinti.

Scopri la Liguria



Recepimento della normativa europea in materia di privacy nel web e, in particolare, della “EU COOKIE LAW” (legge europea sui cookies) approvata ed entrata in vigore in Italia il 1 giugno 2012 con i decreti legislativi 69/2012 e 70/2012. Per maggiori informazioni sui cookies visita il sito aboutcookies.org